SVILUPPO PARCHI COMMERCIALI

PARCHI COMMERCIALI: IL “DIETRO LE QUINTE” DI UN FENOMENO DELL’ECONOMIA MODERNA

Ovvero, la progettazione retail park come misura delle potenzialità di un centro commerciale.

L’opinione ormai più diffusa è sicuramente quella che ci vede immersi in un’epoca caratterizzata dalla frenesia, dalla corsa al posto migliore, da un interscambio rapido e sterile. Il cambiamento di un panorama commerciale urbano può essere così rapido da non lasciare più il tempo di affidare la fidelizzazione al semplice contatto umano. E allora ci troviamo a cercare la soluzione più adatta alle nostre esigenze nel minor tempo possibile e, preferibilmente, al minor costo possibile. E come? Attraverso la comodità, la praticità e, perché no, la bellezza dei parchi commerciali.

La pianificazione deve tenere conto di tutti questi presupposti, ma non solo. Perché la rapidità di trasformazione della burocrazia urbana genera presupposti potenzialmente deleteri per chiunque si affacciasse alla progettazione retail park senza le dovute e necessarie conoscenze. Labideas mette la propria decennale esperienza a disposizione dei suoi clienti attraverso un processo completo, a trecentosessanta gradi, affinché il risultato finale sia il miglior risultato possibile. Potremmo dire, a prova di cambiamento.

Il primo passo: investitori e promotori come risorsa e soluzione.

Grazie alla propria, vasta rete di contatti Labideas ha la capacità di generare quei contatti, quelle intermediazioni e quelle promozioni che sono fondamentali perché la pianificazione del complesso possa compiere il suo primo importante passo.

Un investitore commerciale, non escluso l’investitore privato, può essere fortemente motivato laddove l’immobile commerciale a reddito risultasse adeguato alle sue necessità o prospettive. In ambito di progettazione retail park, parliamo di “immobili commerciali a reddito” per fare riferimento a quelle strutture che sono già soggette ad affitto, o affitti, e che quindi presuppongono una rendita già quantificabile. In questo caso, poter valutare l’effettiva entrata permette a Labideas ed al suo investitore privato di avere una percezione ed una programmazione chiara di quelli che saranno i benefici della progettazione retail park.

Un discorso analogo va fatto relativamente ai promotori. Possiamo considerare promotori immobiliari non solo gli eventuali fondi internazionali stanziati a favore di operazioni come la pianificazione e l’edificazione, ma anche quelle stesse imprese nazionali che operano nella costruzione di grandi strutture (come, appunto, i nostri parchi commerciali). In questo caso il fondo stanziato, o previsto, può generare due differenti soluzioni. Una compravendita dell’immobile progettato e finito, chiavi in mano, o (come anticipavamo sopra) la messa a reddito dell’immobile con la definizione di investimenti ed affitti.

Stand-alone o parco commerciale?

Entrambe le tipologie di struttura necessitano, in fase di progettazione retail park, di un’analisi approfondita e professionale della zona di riferimento e della popolazione che la vive o la frequenta. La differenziazione non sta, quindi, nella fase di studio precedente quanto piuttosto dell’immobile in sé.

  • Il complesso che abitualmente chiamiamo centro commerciale, o parco commerciale, presuppone la suddivisione dell’immobile, durante la pianificazione degli spazi, in porzioni di uguali o differenti dimensioni. Questi locali, genericamente messi in affitto, vengono lasciati a disposizione di retail, negozi, punti vendita di grandi e piccoli marchi. Può essere un centro a tema, e avremo punti vendita caratterizzati da un motivo comune, o un semplice punto-vetrina per food e fashion stores indipendenti. Può comportare la presenza di un supermarket o presentarsi come un piacevole viale commerciale, per quattro passi tra chiacchiere ed acquisti.
  • Il complesso noto come stand-alone è un immobile che generalmente si configura indipendente. Non è necessariamente inserito nel panorama di un quartiere commerciale e non è strutturalmente connesso ad altri punti vendita, se non per esigenze territoriali. In questo caso, la progettazione retail park provvede comunque affinché la struttura sia autonoma, e mantenga quindi la propria singolare unicità.

Di che cosa deve tenere conto la progettazione retail park?

Prima di tutto, delle necessità di ideatori, promotori ed investitori. Una buona analisi richiede, per essere condotta positivamente, un altrettanto buona comprensione delle esigenze di quanti siano coinvolti. Stabilite queste, lo sguardo degli specialisti di Labideas si allarga sul territorio, sulla popolazione, sul traffico automobilistico. Insomma, su tutte quelle variabili che costituiscono una misura di valutazione delle potenzialità della zona interessata.

Risulta facilmente comprensibile perché una strada di grande viabilità risulti più appetibile, rispetto ad una di poco flusso, per l’edificazione di un punto vendita. A questa prima valutazione la progettazione retail park deve necessariamente affiancare:

  • lo studio della presenza di centri abitati e la loro eventuale distanza
  • la verifica territoriale e la verifica della conformità e riqualificazione urbanistica
  • la richiesta di concessioni e licenze edilizie e commerciali, compatibilmente con le procedure amministrative e le legislazioni vigenti

Tempistiche burocratiche e cavilli legali possono risultare d’ostacolo solo laddove ci si rivolga a personale inesperto, o non opportunamente formato ed aggiornato. Rivolgersi ai professionisti qualificati di Labideas significa affidare il proprio progetto a mani sicure e competenti, capaci di gestire ogni problematica nel modo più rapido ed efficace.

Progettazione retail park ed architettura: un connubio vincente.

Molte delle esigenze relative alla struttura dell’immobile possono essere facilmente risolte attraverso un’adeguata conoscenza dell’architettura moderna. Gli esperti di Labideas sono specializzati in una ottimale reinterpretazione degli spazi, associata proprio alla costruzione di grandi centri commerciali e strutture stand-alone.

Le soluzioni più funzionali, siano esse tradizionali o fortemente innovative, devono necessariamente acquisire un equilibrio con l’ambiente a cui vengono applicate. In questo modo il complesso godrà di una perfetta armonia con il territorio ed il forte impatto che ne risulterà sarà visivo, strutturale ed economico. Una buona conoscenza dell’architettura avrà come conseguenza il successo della pianificazione del centro.

Abbiamo considerato l’aspetto burocratico. Non dimentichiamo quello legale.

In tutti i momenti della progettazione di un parco commerciale, Labideas ed i suoi professionisti sono in grado di fornire assistenza legale e consulenza a trecentosessanta gradi. I principali campi in cui questo può risultare fondamentale sono:

  • il supporto legale necessario allo stanziamento di fondi ed all’insediamento di realtà commerciali all’interno del parco
  • la gestione e l’archiviazione di eventuali contratti lavorativi e di locazione, congiuntamente al mantenimento dei rapporti con le parti coinvolte
  • un’assistenza piena e costante nella redazione di testi e contratti, in tutte le fasi di crescita del parco commerciale

Particolare occhio di riguardo viene solitamente attribuito ad uno degli aspetti più complessi della progettazione retail park: il coordinamento e la gestione di attività, persone e fondi coinvolti. Non è infatti possibile riuscire a raggiungere gli obiettivi predeterminati senza

  • rispettare le tempistiche prefissate in fase di definizione architettonica e progettazione
  • usufruire delle risorse economiche senza sforare dal budget previsto, se non laddove questo risultasse inevitabile e non programmabile
  • generare collaborazione tra le parti coinvolte, riducendo attriti e rallentamenti (che si tratti di personale qualificato, imprese di costruzione, enti pubblici, finanziatori o promotori)

La conclusione che ci piace trarre è questa: la riuscita di un parco commerciale dipende sempre, e completamente, da quanto adeguata e ben strutturata sia la progettazione retail park. Possiamo dire che la sua crescita sarà fortemente condizionata dalle capacità commerciali degli esperti che si occuperanno di promozione e fidelizzazione, dall’impatto che avrà sulla popolazione e sul territorio coinvolti e dagli stores che ne usufruiranno. Ma perché la crescita sia possibile, è fondamentale che l’impianto abbia radici solide e stabili. E non c’è radice migliore di un professionista capace di anticipare, individuare e risolvere qualsiasi esigenza che possa emergere prima e dopo la creazione del progetto. Per questo Labideas ha dedicato un’intera sezione Business proprio alla progettazione retail park ed alla formazione di esperti e consulenti: perché l’esperienza è sempre la più forte delle garanzie.